esultanza napoli

di NICOLA LANZILLI

Il sereno dopo la tempesta. Il Napoli si spaventa ma alla fine sorride, all’Atalanta non riesce l’ennesimo scherzetto e cade con onore al San Paolo. L’avvio è tutto di marca bergamasca con Cristante lesto ad anticipare tutti e portare in avanti i nerazzurri al minuto 16′ sugli sviluppi di un corner. La reazione degli uomini di Sarri arriva puntuale ma il gioco non è quello dei tempi migliori. Dinanzi ad Hamsik e soci c’è una grande Atalanta che rischia addirittura di raddoppiare prima del duplice fischio arbitrale. Gli spettri dello scorso campionato, nel quale i partenopei totalizzarono 0 punti contro la Dea, erano dietro l’angolo, pronti a ricomparire. Una magia di Zielinski, però spazza via ogni paura e dà il via alla rimonta azzurra. Passano 5 minuti e da un lancio di Allan nasce la rete del raddoppio, con Insigne abile a servire di testa Mertens, implacabile come sempre. I ragazzi di Gasperini sono ormai alle corde, Rog, entrato dalla panchina, piazza il gancio definitivo che mette ko l’Atalanta. La vetta del campionato è di nuovo raggiunta, non senza qualche brivido di troppo.

LE ALTRE

Il turno domenicale di Serie A viene aperto dal Torino che con un sonoro 3-0 chiude la pratica Sassuolo. Ancora una volta grazie ad un super Belotti, autore di un’acrobazia da applausi. Primo sorriso anche per la Lazio. I biancocelesti passano sull’ostico campo del Chievo: di Immobile, Milinkovic i gol vittoria. Nel mezzo la rete di Pucciarelli. Con il medesimo risultato il Milan fa sua la sfida con il Cagliari, mai domo e capace di trovare il pari, prima della punizione telecomandata di Suso. Brutto ko interno quello rimediato dalla Fiorentina contro la Samp. Pioli non è riuscito ancora ad imporre il proprio credo e lo 0 nella casella dei punti ora inizia a preoccupare. Inutile la marcatura di Badejl. Caprari e Quagliarella archiviano la pratica già nel primo tempo. Allo scialbo pareggio senza reti dello Scida tra Crotone e Verona fa da contraltare il 3-2 della Spal a Ferrara con l’Udinese. I padroni di casa avanti per 2-0 si fanno rimontare sul 2-2, ma è Rizzo in pieno recupero a togliere le castagne dal fuoco e regalare 3 punti d’oro a mister Semplici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *