di SABATO ROMEO

L’amarezza per il pari, il dolce ricordo di Salerno. Fulvio Fiorin commenta così in sala stampa il pari senza gol con la Salernitana, applaudendo i suoi per la gran prova nonostante le tante occasioni sprecate. “Parlare dei gol annullati significherebbe sminuire la prestazione della nostra linea difensiva. Siamo stati attenti e abbiamo fatto bene sia in difesa ma soprattutto in fase di possesso, costruendo tante azioni pericolose. Ai punti meritavamo di più ma abbiamo peccato in concretezza”.

Il ricordo

Sguardo al presente ma anche al passato, a quella esperienza con la Salernitana terminata troppo presto. “Esonero di Sannino? Sono episodi che fanno parte del calcio. Qui sono stato bene, ho ritrovato tanti amici con il quale ho legato. Purtroppo non è andata come io e Giuseppe Sannino sognavamo però ora guardiamo entrambi avanti. Questo pari non ha il sapore di una rivincita“. Infine una carezza al suo collega Maresca: “E’ una persona splendida, con lui condividiamo sia concetti di vita che pensieri di calcio. Ha tante qualità, io lo reputo un predestinato perchè ha competenze e professionalità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *