L’amarezza per un k.o. immeritato, la voglia di rivalsa in vista di un derby infuocato. La sconfitta sul campo del Bari costa a Lorenzo Laverone e al suo Avellino la testa della classifica. Un 2-1 arrivato in rimonta, acuendo così i rimpianti per l’occasione gettata al vento. “Abbiamo fatto una partita accorta – ha ammesso l’esterno ai microfoni di “Ottochannel” – Giocare su questo campo non è mai semplice ma questo Avellino non ha sfigurato, anzi. Gli episodi ci hanno condannato, così come il pari arrivato subito dopo il nostro vantaggio che ha caricato e non poco il Bari”.

Occasione derby

E allora ecco la sfida alla Salernitana, il derby tanto attesa ed occasione per cancellare questo k.o. e ritornare a volare in classifica. Un match che per Laverone ha un sapore speciale, dopo l’esperienza tutt’altro che positiva vissuta appena dodici mesi fa all’ombra dell’Arechi. “Ci attende una gara bella ed avvincente – ha raccontato Laverone – Per me è una gara speciale visto i miei trascorsi a Salerno, non lo nego. E’ stata un’esperienza negativa, non sono riuscito ad impormi. Quello però è il passato, devo ringraziare l’Avellino che lo scorso gennaio mi ha accolto col sorriso così come mister Novellino. Sappiamo bene quanto la piazza tiene a questo derby, lavoreremo bene in settimana per regalare loro una grande soddisfazione”.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *