È il mattatore indiscusso di questo inizio di stagione del Club Scherma Salerno, ma anche dell’Italia della sciabola giovanileMichele Gallo è salito per due volte sul podio a Godollo, nella tappa in Ungheria del Circuito Internazionale Cadetti (Under 17). Il giovane talento salernitano ha chiuso al secondo posto la gara individuale e al terzo quella a squadre, ergendosi a protagonista assoluto di una delle prove più difficili del panorama mondiale nella categoria, sia per la qualità degli atleti presenti che per la formula della competizione (alla vecchia maniera) con doppio girone di qualificazione e poi tabellone d’eliminazione diretta con ripescaggio. Una vera maratona, al termine della quale Gallo ha visto sfumare il successo solo nella finalissima, persa per appena due stoccate (13-15), contro il romeno Pastin, numero 1 nel ranking.

Un argento che luccica per l’asso del Club Scherma Salerno, impreziosito anche dal bronzoconquistato nella prova a squadre, in cui l’allievo del maestro Antonio Serra ha trascinato il team azzurro sul podio (decisivo il successo sul Giappone nella finale per il terzo posto). Una conferma ad altissimi livelli per una promessa che sbocciò sotto la guida tecnica di Luca Chiei, e che è ormai da qualche anno una certezza nell’élite italiana e ora anche oltre confine.

Performance strepitose, che sono valse a Michele Gallo la convocazione del ct della Nazionale di sciabola, Giovanni Sirovich, per la prova di Coppa del Mondo Under 20 in programma il prossimo 21 ottobre a Sosniewic, in Polonia. E sarà, quello, un weekend tinto d’azzurro per il Club Scherma Salerno del presidente Valerio Apolito, visto che anche nel fioretto femminile è arrivata una prestigiosa convocazione: Claudia Memoli, allieva del maestro Marco Autuori, gareggerà infatti a Budapest nel Circuito Europei Cadetti (Under 17).

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *