Di NICOLA LANZILLI

Partita epocale. La pazzesca rimonta del Partenio contro i cugini dell’Avellino entra di diritto nella storia della Salernitana, occupando un posto d’onore nel cuore e nella mente dei tifosi granata. Sotto di due reti a meno di mezz’ora dal termine, la squadra di Bollini tira fuori gli artigli. E con Rodriguez, Sprocati e Minala riesce al 96esimo a compiere una delle rimonte più incredibili di sempre. “Contentissimo per la vittoria, un’emozione indescrivibile”, le parole del match winner Joseph Minala, che poi prosegue: “Dopo il gol non ho capito più nulla, a momenti abbracciavo i giocatori dell’Avellino“. Visibilmente commosso l’ex centrocampista della Lazio ha voluto dedicare la storica rete al papà recentemente scomparso: “Difficle spiegare cosa si prova dopo un gol del genere, un’emozione pazzesca, dedico questa gioia incredibile ad una persona speciale: mio padre”. Al triplice fischio sul terreno di gioco si è scatenata una rissa che ha portato all’esplosione dello stesso Minala: “Io ho semplicemente esultato, non so perché sono stato espulso. La mia reazione provocatoria è stata una risposta ai fischi ricevuti”. Una vittoria come questa potrebbe cambiare le sorti di una stagione ma nel post gara il sempre pacato Alessandro Bernardini ha voluto subito spegnare i bollori: “Tre punti fondamentali ottenuti in una gara speciale, ora però, non dobbiamo commettere l’errore di esaltarci troppo. Da domani si torna a lavorare sodo in vista di Frosinone“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *