lotito salernitana

L’esultanza post derby di Claudio Lotito non risparmia paragoni roboanti. «Ma la conclusione di Minala, voi l’avete vista? Quel gol è un colpo da biliardo. E l’ha fatto un centrocampista. Dalla stessa posizione Higuian s’è fatto parare il tiro da Strakosha». Così il patron, in un’intervista pubblica oggi sul quotidiano “La Città” dopo Avellino-Salernitana 2-3.

«Io c’ho sempre creduto. Anzi, non ho pensato neanche per un attimo di perdere la partita. La squadra ha gettato il cuore oltre l’ostacolo, ha finalmente trovato autostima, fiducia nei propri mezzi. Qualcuno mi guarda male quando dico che questo gruppo, in serie B, può giocare alla pari con chiunque. E “chiunque” vuol dire pure chi sta in vetta alla classifica. Il derby ne è stata la dimostrazione», ha detto ancora Lotito. Non chiudendo ai play-off: «È chiaro che poter battere chiunque vuol dire anche avere i mezzi per puntare in alto. Ma ovviamente tutto va dimostrato sul campo».

Tra i temi toccati, un rimprovero a Rosina («Ha giocato bene. C’è solo un problema: quando arriva sotto porta deve tirare e far gol»), un elogio a SprocatiSi sta esprimendo su ottimi livelli. Gol e assist. Un elemento importante, in cui abbiamo creduto») e un appello al pubblico granata. «Nel prossimo turno arriva il Frosinone. Vorrei vedere tanto pubblico all’Arechi. Non parlo di chi è sempre presente, che continuerò a ringraziare. Mi riferisco a coloro che allo stadio non vengono – ha chiosato Lotito -. Se la Salernitana sente calore, affetto, responsabilità, è come se giocasse in dodici. Crediamoci tutt’insieme. La tifoseria in primis. La nostra stagione non finisce con un derby vinto».

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *