La Salernitana spreca la grande chance per agganciare la zona play-off e, contro il Frosinone, manca l’appuntamento con la seconda vittoria consecutiva. All’Arechi i granata non vanno oltre l’1-1, subendo il gol del pari in superiorità numerica. Un risultato giusto per quanto visto nell’arco dei 90′ ma che lascia un po’ d’amaro in bocca al popolo di fede granata.

Il Frosinone, nel primo tempo, fa circolare meglio il pallone, mettendo spesso in difficoltà la Salernitana sulle corsie esterne. Proprio da un inserimento di Crivello, dopo pochi minuti, i gialloblù vanno vicini al vantaggio ma la conclusione si perde di poco a lato.

Il predominio territoriale degli ospiti prosegue e i granata, evidentemente in affanno in mezzo al campo, rischiano di capitolare quando i ciociari spingono il piede sull’acceleratore. L’occasione migliore per sbloccare il punteggio la creano i fratelli Ciofani (15’): Matteo pesca al centro Daniel che aggancia in area, si gira e calcia in porta con la palla che si perde a lato di pochissimo.

Frosinone ancora pericoloso alla mezz’ora con una punizione dal limite di Ciano che fa la barba al palo alla destra di Radunovic.

In monologo gialloblù sembra inarrestabile. La Salernitana fa fatica a prendere le misure agli ospiti. Ma sul finire di tempo trova il guizzo per passare sugli sviluppi di un calcio d’angolo (43’): Rosina scodella dalla destra, la palla arriva a Sprocati che prova la conclusione a rete, Schiavi s’inserisce sulla traiettoria e deposita il pallone in fondo al sacco. Il gol subito scuote il Frosinone che, giusto il tempo di rimettere palla al centro, ha l’occasione per pareggiare ma Brighenti, da ottima posizione, spara altissimo.

Il vantaggio dà fiducia alla Salernitana che, nella ripresa, scende in campo con più convinzione, riuscendo a invertire il trend della prima frazione di gioco. Un atteggiamento che premia la formazione di Bollini che, a partire dall’11’ gioca in superiorità numerica per l’espulsione di Brighenti, espulso per doppia ammonizione.

L’uomo in più agevola il compito dei granata che, 5’ dopo hanno la grande occasione per chiudere il match: Vitale pesca in area Bocalon che, tutto solo, centra di testa Bardi. La palla, respinta dall’estremo difensore, arriva a Signorelli che dal limite conclude d’un soffio a lato.

Con il passare dei minuti la Salernitana s’adagia e il Frosinone, nonostante l’inferiorità numerica, torna a crederci. Trovando il pari alla mezz’ora sugli sviluppi di un’azione confusa: Citro prima e Sammarco poi calciano su Odjer, la difesa non spazza e la palla arriva a Crivello che in diagonale fa 1-1.

Il pari taglia le gambe alla formazione di Bollini che, nonostante i cambi (Rossi per Bocalon e Cicerelli per Rosina) non ha la forza per trovare nuovamente il vantaggio. Ne vien fuori un pari che lascia tanto amaro in bocca al popolo di fede granata, costretto a rinviare ancora una volta l’appuntamento con la vittoria casalinga.

 

SALERNITANA-FROSINONE 1-1

SALERNITANA (3-4-3): Radunovic, Mantovani, Schiavi, Bernardini; Kiyine, Signorelli (17’ st Odjer), Ricci, Vitale; Rosina (39’ st Cicerelli), Bocalon (33’ st Rossi), Sprocati.

A disp.: Adamonis, Pucino, Zito, Alex, Rizzo, Kadi, Gatto, Asmah, Perico. All.: Bollini

FROSINONE (3-4-3): Bardi, Brighenti, Terranova, Ariaudo; Crivello, Sammarco, Maiello (27’ Gori), Ciofani M.; Soddimo (21’ st Matarese), Ciofani D., Ciano (21’ st Citro).

A disp.: Zappino, Vigorito, Russo, Besea, Beghetto, Volpe, Krajnc. All.: Longo

ARBITRO: Serra di Torino

Assistenti: Cecconi di Empoli e Capaldo di Napoli – IV uomo: Vigile di Cosenza

RETI: 43’ pt Schiavi (S), 30’ st Crivello (F)

NOTE. Spettatori 10210 di cui 301 provenienti da Frosinone e 3500 abbonati. Espulso all’11’ st Brighenti (F) per doppia ammonizione. Ammoniti: Schiavi (S), Vitale (S). Angoli: 2-3.  Recupero: 0’ pt-5’st

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *