lotito salernitana

di DARIO CIOFFI

Contento per la vittoria e sicuro che la multiproprietà sia un «falso problema». Dopo il 90’ di Salernitana-Empoli 2-1 parla Claudio Lotito. E ci tiene a dire che l’ipotesi serie A (senza ovviamente mai pronunciarla) non è una prospettiva “impossibile” per la società granata. «Non dovete “inventare” nulla. Il problema normativo viene dopo. Posso anche uscire io, resta mio cognato. O ritenete che io sia fondamentale?», sorride e poi torna serio: «Qui nessuno frena. Se vi porto all’obiettivo poi posso anche andare via. Questa è una società che ha un costo. Ha dei giocatori che percepiscono puntualmente lo stipendio. Ho allestito una squadra con grandi potenzialità per far bene. Gli obiettivi si centrano, non si spera di raggiungerli».

Lotito ha poi parlato del successo di oggi all’Arechi: «Mi è piaciuto l’atteggiamento d’una squadra che gioca con spirito di gruppo, sacrificio, determinazione ed è convinta dei propri mezzi. Riusciamo a sopperire agli infortuni. Vuol dire che l’allenatore sta facendo bene e che si vedono i frutti del suo lavoro. La Salernitana sta dimostrando d’avere un organico competitivo, con tanti titolari. I calciatori stanno facendo vedere le loro qualità, che ci sono, altrimenti non li avremo scelti».

Prima delle ultime battute, ancora sulle grandi suggestioni: «Fateme innamora’ e vi porto all’obiettivo – la chiosa di Lotito -. Non vado più in trasferta? C’ho una moglie che a casa ha messo la mia foto. Certo, se dovesse capitare un evento eccezionale, magari ci torno…».

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *