salernitana

La vittoria del gruppo. Loda la sua squadra e anche il suo allenatore Angelo Fabiani, ds di una Salernitana quarta in classifica e con voglia di stupire. Un successo arrivato dopo le defezioni improvvise di Bernardini e Schiavi. “Aspettiamo gli esiti degli esami strumentali e capiremo l’entità degli stop. Problemi seri? Possibile – ammette rabbuiato il ds granata prima di raccontare il successo granata – Questa vittoria è frutto del lavoro. Nel calcio se non corri, se non sei cattivo non porti a casa il risultato. A Novara così come oggi tutti hanno giocato la partita soprattutto dopo lo svantaggio. Oggi c’è stato dimostrazione del cuore granata, dell’attaccamento verso questi colori e la squadra, spinta dai tifosi, ha avuto la forza di rimontare e portarla a casa”. Un successo figlio anche delle scelte tattiche di Bollini: “Devo fare i complimenti al mister, nonostante le defezioni, ha trovato la soluzione ideale non cambiando il modulo di gioco ed offrendo una prestazione convincente”.

Testa al Bari

Un quarto posto che non fa venire le vertigini a Fabiani anzi. Il ds guarda alla classifica con compiacimento ma senza voli pindarici. “Obiettivi stagionali da modificare? Non si cambiano, restano sempre gli stessi. Dobbiamo vivere alla giornata, godendoci i risultati importanti. Ora inizieremo a pensare al Bari, una sfida importante che spero di affrontare con qualche recupero perchè stiamo spendendo tante energie. Faremo di necessità virtù come sempre, non ci piangiamo addosso però tante assenze diventano difficile da sopperire specie se nello stesso reparto”.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *