salernitana fabiani

C’è da capire prima i tempi di recupero dei tanti infortunati. Attendere l’esito degli esami specialistici e fare il punto della situazione. Perché l’emergenza in casa Salernitana fa da contraltare al momento d’oro vissuto sul campo, mentre l’infermeria continua a riempirsi sempre di più. Gli ultimi in ordine di arrivo sono Raffaele Schiavi e Alessandro Bernardini, entrambi usciti anzitempo con l’Empoli. Il primo per un fastidio muscolare, il secondo per uno strappo al polpaccio. A loro vanno aggiunte anche le assenze di Perico (lesione al flessore) e di Tuia, infortunato di lungo corso.

Al momento l’unico centrale in salute è Mantovani, ecco perché la società sta valutando l’ipotesi di tornare sul mercato degli svincolati per cautelarsi in vista della gara con il Bari (contro la formazione di Grosso l’unico che potrebbe recuperare è capitan Schiavi). Com’è logico immaginare la condizione fisica di chi è rimasto fermo fino a fine ottobre non può essere ottimale, quindi non è da escludere nemmeno l’arrivo in prova di più elementi prima di puntare eventualmente su quello ritenuto più pronto da Alberto Bollini e dal suo staff tecnico. Anche in questa ottica, il direttore sportivo Fabiani si sarebbe intrattenuto nel dopopartita con il procuratore Mario Giuffredi. Nel frattempo, però, non è solo la difesa a tenere in ansia il trainer granata, che già a partire da oggi cercherà di capire se contro i pugliesi potrà contare sul rientro di Mattia Sprocati, anche lui reduce dal forfait in extremis contro l’Empoli.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *