Rosina Salernitana

Potrebbe essere la principale novità di formazione per scardinare la difesa del Bari. Alberto Bollini sta seriamente pensando di puntare su Alessandro Rosina in vista della sfida di sabato. Il fantasista calabrese, ex della partita, aspetta una nuova chance per recuperare gerarchie perse nelle ultime settimane.

Proprio contro il Bari, lo scorso anno al San Nicola, il numero dieci granata sciorinò forse la migliore prestazione da quando veste la maglia della Salernitana, tra l’altro alla prima di Bollini sulla panchina dopo l’addio di Giuseppe Sannino. Data anche l’assenza certa di Sprocati, non è da escludere il rilancio nell’undici base del trequartista mancino per provare ad avere quella scintilla in più in fase offensiva.

Non è da escludere, per Rosina, un impiego da seconda punta, magari alle spalle di uno solo tra Bocalon e Rossi. Quest’ultimo, reduce da due partite consecutive (con un grande dispendio di energie), sembrerebbe essere il principale candidato alla panchina.

Nel frattempo Alberto Bollini deve fare i conti anche con i problemi fisici di Luigi Vitale, che ieri non si è allenato a pieno regime. Il trainer spera di non dover rinunciare all’ennesimo difensore, ma qualora l’ex Ternana non dovesse farcela, non è da escludere l’arretramento in difesa di uno tra Minala e (ipotesi più remota) Della Rocca. Soluzioni che l’allenatore mantovano spera di non dover sperimentare.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *