DI NICOLA LANZILLI

Accantonata per un attimo la delusione per una vittoria soltanto accarezzata, per Alessandro Rossi è il momento di godersi le prime reti in maglia granata. Arrivate al termine di una prestazione da applausi, certificata dall’ovazione tributata dal pubblico dell’Arechi al momento del cambio. “Realizzare due reti è stata una gioia indescrivibile, per 10 minuti ho viaggiato altrove con la mente. Dedico i gol alla mia famiglia. C’è amarezza per il pareggio ma allo stesso tempo siamo consapevoli di aver affrontato una delle squadre più forti della categoria”. Uscito dal terreno di gioco per crampi, il nuovo bomber granata ha tranquillizzato tutti sulle sue condizioni fisiche. Riservando anche un sentito ringraziamento ad Andrea Bonatti. Suo allenatore nella scorsa stagione nella primavera laziale e secondo di Menichini proprio sulla panchina della Salernitani: “Fisicamente sto bene, sono usciti solo per i crampi, ero sfinito. Le prossime settimane, causa impegni delle nazionali, giocherò molto spesso. Dovrò cercare di preservare la mia condizione fisica. Vorrei ringraziare pubblicamente Bonatti per avermi preparato ad affrontare una piazza del genere. I suoi consigli mi hanno aiutato molto”. Nonostante l’entusiasmo per un avvio incredibile di stagione, i calciatori granata predicano calma, come confermato dalle parole di Franco Signorellli: “Felicissimi per il campionato svolto finora ma non dobbiamo montarci la testa. Questo è un gruppo composto da giocatori validi, però è importante restare con i piedi per terra e lavorare duramente giorno per giorno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *