di SABATO ROMEO

Minuto 94 di una fredda di marzo. Nalini pronto a buttare nella mischia l’ultimo pallone della partita. Lo stacco di Bagadur e Gomis battuto. La storia di quel Cesena-Salernitana 1-2 è ormai arcinota, tanto di diventare su youtube uno dei video più visti dai tifosi granata. Uno squillo da tre punti, determinante per accendere le speranze dell’allora squadra di Menichini e rincorrere quella salvezza arrivata dopo tanti patemi e con l’ancora chiamata playout.

La strana coppia

Col “Manuzzi” alle porte il pensiero ritorna a quella magica serata, a quella trasferta decisa da due protagonisti di quella marcia verso la permanenza in B. Bagadur arrivò in prestito dalla Fiorentina e divenne subito decisivo. Necessità diventata virtù, perchè fino all’infortunio al polpaccio (e la testa già in orbita Fiorentina) Bagadur divenne il leader carismatico della difesa, lasciando il segno anche nella trasferta di Ascoli, ancora una volta all’ultimo respiro. Nalini invece al “Manuzzi” ritornò a risplendere. Dopo una prima parte di stagione vissuta in disparte per la fastidiosa condropatia al ginocchio destro, l’esterno si accese col Cesena e non si spense più diventando la freccia d’oro di Menico.

Destini opposti

Un finale in crescendo che portò Nalini a farsi ammaliare dalle sirene della A, lasciando Salerno e la promessa di rinnovo per trasferirsi al Crotone. Tante polemiche, partenza in salita ma poi il suo zampino, decisivo, nell’incredibile salvezza raggiunta lo scorso maggio dai pitagorici in A. Oggi non è più una rivelazione o sorpresa ma uno dei migliori del Crotone. La prova di sabato scorso a Bologna la fotografia del momento magico dell’esterno veneto, letteralmente imprendibile. Per Bagadur invece solo ombre: dopo Salerno cercò fortuna a Benevento trovando solo quella collettiva ma non quella personale. Lo scorso luglio il trasferimento a Brescia, dove il croato però è scomparso. Zero presenze ma stessa voglia di emergere. Cesena-Salernitana resta però indissolubilmente legata ai loro nomi.

Fonte foto: cesenacalcio.it

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *