luci dell'irno baronissi

Una cosa è certa. I protagonisti della quarta edizione delle Luci dell’Irno saranno i bambini. Perché è a loro che il Comune di Baronissi ha voluto dedicare la favola del Natale, allestendo un cartellone interamente dedicato ai più piccoli. Sotto la luce delle “Costellazioni infinite” realizzate dagli artisti dell’Accademia di Brera, saranno organizzati spettacoli, laboratori ed eventi culturali.

L’evento è stato presentato stamane a Palazzo di Città, alla presenza del sindaco Gianfranco Valiante, del vice sindaco Anna Petta, dell’assessore Maria De Caro e dei partner che hanno scelto di condividere il progetto del Comune di Baronissi. La quarta edizione costerà 90mila euro, di cui 70mila stanziati dalla Regione Campania. L’inaugurazione della rassegna natalizia è in programma domenica 26 novembre alle 17 con l’accensione delle Luci dell’Irno. Seguirà un ricco cartellone di eventi che animerà la cittadina della Valle dell’Irno fino al 28 gennaio. Il 7 dicembre alle 17,30 sarà acceso l’albero di Natale per i bambini in villa comunale, mentre quello della passata edizione – realizzato dagli artisti di Brera – diventerà un’installazione permanente in città. «Il Natale è la festa dei bimbi e delle famiglie – ha affermato il sindaco Gianfranco Valiante – ed è a loro che abbiamo voluto dedicare questa quarta edizione. Porremmo al centro dell’attenzione dei nostri giovani alcuni dei personaggi storici di Baronissi. Sarà un modo per divertirsi ed imparare la storia della nostra città».

Il programma

L’attenzione principale, però, sarà rivolta ai bambini. Dal 1° dicembre al 14 gennaio, con la direzione artistica di Saremo Alberi, in Parco della Rinascita si svolgeranno dei laboratori dedicati alla storia di Baronissi e dei suoi casali. Cinque i personaggi scelti: Margherita da Durazzo, San Francesco, Gioacchino Murat, Niccolò Fumo e il mago di Baronissi. In villa comunale, invece, saranno collocate installazioni luminose che riproducono l’ambiente incantato tipico delle fiabe (principesse, cavalieri, draghi, soldati, funghi e folletti). Nel Parco Della Rinascita sarà collocata anche la Casetta di Babbo Natale, la Befana e tanti elfi. In Largo dei Ferrovieri sarà installata una tensostruttura dove si terranno 13 spettacoli per bambini e, grazie al coinvolgimento delle associazioni del territorio, spettacoli per le famiglie. Grazie al coinvolgimento della Coldiretti e di Bottega San Lazzaro saranno organizzati i mercatini, ma non mancheranno iniziative enogastronomiche presso il museo Frac per valorizzare i prodotti del territorio.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *