Sabato scorso aveva compiuto vent’anni, appena tre settimane fa aveva raggiunto Cento per continuare ad inseguire il suo sogno. Nella città del Carnevale, però, un infarto ha stroncato tutti i suoi sogni, colpendolo nel sonno. È morto così Simone Sinico, giovane calciatore della Centese – formazione militante nel campionato di Prima Categoria dell’Emilia Romagna – originario di San Giuseppe Vesuviano, in provincia di Napoli.

La terribile scoperta è stata fatta proprio dai dirigenti del club: la fidanzata di Simone, infatti, da ore provava a contattarlo al telefono senza avere risposta e ha allertato la società. Nell’abitazione che aveva preso in fitto a San Pietro in Casale l’hanno trovato privo di vita, nel letto, stroncato con ogni probabilità da un malore.

Un sogno interrotto sul più bello: da San Giuseppe Vesuviano, Simone Sinico ben presto aveva raggiunto Terni e la Ternana per vestire la maglia della formazione Allievi prima di approdare nella Juniores del Real Rieti. L’esterno difensivo era arrivato a Cento dopo le esperienze a Bra, Derthona e, nell’ultima stagione, al Macchia d’Isernia, dove aveva vinto il campionato di Eccellenza molisana. Il giovane aveva trovato lavoro a San Pietro in Casale, dove aveva preso casa da pochi mesi, ed era pronto a iniziare la sua nuova vita in Emilia Romagna. Il destino, però, si è messo di traverso spegnendo nel fiore degli anni la vita di un giovane calciatore emigrato da casa per inseguire il suo sogno…

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *