Dopo l’ordinanza emessa ieri dall’Amministrazione comunale che ha già fatto storcere il naso a titolari di bar, locali e attività di ristorazione in vista di tutto il periodo della durata di Luci d’Artista, arriva la risposta dell’Assesore all’Annona del Comune di Salerno, Dario Loffredo: “L’amministrazione ha recepito quella che è un’indicazione della Questura e della Prefettura per quanto riguarda le bottiglie in vetro. Praticamente all’esterno non possono uscire né i tappi delle bottiglie di plastica, né vetro o bicchieri di vetro. Capisco tutti i gestori di locali ma considerati anche i fatti di Torino, per un questione di sicurezza, su questo argomento non abbiamo potuto mediare. Diciamo che l’abbiamo subita. Ma subita per la sicurezza va bene tutto”.

Loffredo ci tiene inoltre a fare ulteriore chiarezza sulle zone nelle quali saranno limitati tavolini e sedie per non intralciare il flusso dei visitatori che si annuncia già molto intenso. “Voglio specificare che Piazza Flavio Gioia è esclusa. Ho già contattato la comandante dei vigili e il personale del Comune che si occupa della sicurezza. Lunedì  voglio analizzare la situazione locale per locale. Limitare  tutti i locali dei Mercanti mi sembra un po’ eccessivo, credo che ogni locale ha una sua particolarità come, ad esempio, piazza Matteotti. Lì di vie di fuga ce ne sono abbondantemente, non c’è bisogno di limitare i tavolini. Quindi credo che sia un mio dovere e un dovere dell’Amministrazione quello di far sì che tutti i locali possono avere i tavolini e sedie chiaramente nel rispetto della sicurezza. Lunedì ho chiesto una una proroga per verificare caso per caso, ci tenevamo a precisarlo perché Luci d’Artista deve essere e sarà una manifestazione per i locali che devono lavorare in grande serenità”.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *