Niente fuga per il Frosinone che al Picco non va oltre l’1 a 1 contro lo Spezia. Il primo tempo si conclude senza reti e con poche emozioni. I sussulti arrivano nella ripresa quando ad una manciata di minuti dallo scoccare dell’ora di gioco a Daniel Ciofani porta in vantaggio i ciociari. I ragazzi di Marino non hanno fatto in conti, peró, con l’eterno Albero Gilardino. Uno degli ultimi campioni del Mondo ancora in attività al 78esimo, infatti, trasforma il calcio di rigore che sansisce la parità. Nervi tesi nel finale con diversi contatti duri e tafferugli, ininfluenti ai fini del risultato che resta di 1 a 1 anche dopo il triplice fischio. Un punto che permette ai laziali di allungare momentaneamente sul Palermo e agli uomini di Gallo di collocarsi fuori dalla zona play out. In attese delle sfide in programma domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *