Rosina? Volevamo soltanto chiarire la vicenda dopo il tweet di Alessandro. Abbiamo precisato la sua situazione anzi vorrei chiudere questa vicenda. Non si deve parlare di caso Rosina bensì parlare di azienda Salernitana invece. Perché chi vuole stare qui deve rispettare le tante professionalità, mediche e non, che sono presenti in società”. Parole e musica di Angelo Fabiani, ds della Salernitana al termine del match con il Cesena. Il ds granata mette il punto esclamativo sulla vicenda riguardante il numero dieci granata prima di applaudire i suoi per il pari finale. “Nonostante gli episodi, conta il risultato. A questa squadra non si poteva rimproverare nulla anche in caso di sconfitta – ha dichiarato Fabiani –  Anche oggi hanno lottato con grande cuore dimostrando che con questa squadra non si dà mai nulla per vinto. Prendiamo questo punto su un campo difficile e contro un avversario affamato di punti. La squadra però ha reagito bene, mostrando anche un gioco piacevole ed esaltando la tecnica di alcuni uomini”.

Classifica? No, grazie

E se sulla carta la sfida con la Cremonese diventa uno scontro diretto per i playoff, Fabiani fa il pompiere provando a spegnere le fiamme della aspirazione d’alta quota. “Non parlerei di classifica, tra prima ed ultima ci sono dodici punti di differenza. Questo è un campionato tutto da scrivere, perché ogni squadra riesce a strappare risultati importanti nel rispetto del grande equilibrio”. Infine la battuta sull’emergenza difesa: “Credo che l’organico consente di non parlare di emergenza perché Mantovani, o Pucino e Vitale stanno rispondendo alla grandissima. Tutti riescono a dare il massimo e a fare la differenza”.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *