Con la Svezia è solo 0-0, siamo fuori. L’Italia non riesce a ribaltare il ko dell’andata contro gli scandinavi, la formazione del ct Ventura dopo 59 anni non approda ai Campionati del Mondo, (destino amaro, disputatisi proprio in Svezia nel ’58). Il pari a reti bianche in un San Siro da applausi decreta il fallimento senza mezzi termini di Gianpiero Ventura, che anche al ritorno non abbandona il 3-5-2, lasciando misteriosamente Insigne in panchina per 90′. Gabbiadini, l’ennesima scommessa, è un fantasma, l’uomo più pericoloso degli azzurri e Florenzi, che con una splendida coordinazione al volo sfiora il vantaggio prima dell’intervallo.

Pressione sì, ma non abbastanza per abbattere il muro giallo, preoccupato solo di difendere il gol di vantaggio accumulato nel match di andata. Nella ripresa Ventura butta dentro El Shaarawy, Belotti e Bernardeschi, ma la rete della speranza non arriva. Sarà una nottata da incubo per l’intero Paese, le lacrime di Buffon (che non riesce a coronare il sogno del sesto mondiale) sono la drammatica fotografia del fallimento azzurro. L’Italia è fuori, siamo a casa.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *