mercato san severino politica

di FILIPPO NOTARI

Antonio Somma la considera «un’inaccettabile mancanza di rispetto istituzionale». Il sindaco di Mercato San Severino non ha mandato giù la nota dei nove consiglieri della coalizione Bennet. Non tanto per la richiesta avanzata quanto per i toni utilizzati nel chiedere l’azzeramento della Giunta (clicca qui per leggere l’articolo). «Ho grande rispetto della volontà degli elettori – spiega Somma – che hanno dato la maggioranza in Consiglio a chi ha sostenuto la candidatura di Bennet. E sin da luglio li ho contattati per capire se si potesse creare una collaborazione. Ma stavolta, nel loro comunicato, ho letto un ultimatum, quasi un’imposizione».

Le porte di Somma, dunque, restano spalancate a patto che si possa dialogare in modo istituzionalmente corretto. «Non è accettabile che ci si rivolga così a un sindaco. Io non accetto ricatti da nessuno – prosegue Somma -, adesso c’è bisogno di serietà perché la situazione dell’Ente è particolarmente complessa». L’intesa, dunque, dovrà essere costruita sui temi. «Dal comunicato diramato dai nove consiglieri – spiega il sindaco di Mercato San Severino – apprendo che finalmente è stato inserito qualche punto programmatico. E su quelli sono pronto a confrontarmi. Il clima di collaborazione deve tener conto del lavoro che, tra mille difficoltà, stiamo portando avanti in questi mesi. Loro hanno la maggioranza in Consiglio e in Commissione, quindi potevano farsi promotori di tutte le iniziative che ritenevano opportune. Credo che vada cambiato l’approccio. Da parte mia, nell’interesse della città, permane la disponibilità al dialogo».

Il primo cittadino, in ogni caso, non esclude la possibilità d’un rimpasto di Giunta, a patto che si riesca a trovare l’intesa. «Sono pronto a capire con chi portare avanti le linee programmatiche – conclude Somma – ma non accetto diktat e ultimatum. Il mio ruolo è stato deciso dagli elettori, serve un approccio serio. Non si può continuare a portare avanti questo atteggiamento dove si pensa più al ruolo che si occupa che al futuro della città. Personalmente non ho nessun problema a tornare a votare anche se penso che questo non faccia bene alla nostra Mercato San Severino».

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *