Sono ore calde quelle che precedono l’attesissimo derby pugliese in programma domenica al San Nicola di Bari. Dopo l’iniziale divieto di trasferta imposto ai tifosi foggiani, sembra esserci stata l’auspicata “apertura”, non senza polemiche. Ieri mattina, infatti, era trapelata la notizia di un incontro in programma alla Questura di Bari, tra gli SLO delle due società ed alcuni rappresentanti delle tifoserie. Il suddetto incontro tra gli esponenti delle curve di Bari e Foggia ed i delegati ai rapporti con i tifosi, doveva servire proprio da “garanzia” all’apertura del settore ospiti dopo le numerose polemiche della settimana.

Da Bari, però, era arrivata una precisazione con una nota ufficiale diramata dagli ultras della Curva Nord, in cui i supporters biancorossi si dichiaravano “estranei all’incontro previsto presso la Questura di Bari“.
Nel comunicato, firmato dai gruppi ultras Bulldog, Seguaci della Nord e Re David, il direttivo barese toccava diversi aspetti riguardanti il derby di domenica, prendendo una posizione netta circa le insistenti voci circolate in settimana: “Non ci faremo carico di oneri a noi non spettanti e allo stesso modo condanniamo il teatrino che è stato messo in piedi dagli organi preposti, al solo scopo di creare tensione e interesse attorno a un derby, per poi prendersi chissà quali meriti“. Un attacco, quello della curva barese, verso chi non ha raccontato verità e verso chi non ha voluto prendersi le dovute responsabilità sin dal principio.
La passione dei tifosi è ciò che di buono resta in questo sistema calcio che ha dimostrato di aver fallito“, si legge ancora nella nota degli ultras, conclusa con la speranza che “ognuno si assuma le responsabilità, al pari di ogni uomo al cospetto di un ostacolo da superare“.
Intanto, pare che la Questura di Bari stia davvero prendendo in considerazione l’ipotesi di revocare il divieto per i tifosi foggiani, “aprendo” così il settore ospiti. La decisione ufficiale, che andrebbe poi comunque ratificata dall’Osservatorio per le manifestazioni sportive, è attesa per le prossime ore ma la sensazione è che il derby pugliese si disputerà con entrambe le tifoserie sugli spalti e con un’importante cornice di pubblico.

1290 posti, dunque, dovrebbero essere destinati ai supporters rossoneri, ma c’è ancora da capire con quale modalità. Va ricordato, infatti, che nelle precedenti trasferte, il Foggia ha potuto contare sull’entusiasmo dei propri numerosi tifosi, i quali hanno potuto acquistare liberamente i tagliandi per i settori degli impianti che hanno ospitato i satanelli. Stavolta, però, l’apertura potrebbe essere solo parziale, e riguardare quindi i possessori di Tessera del tifoso.
Se così fosse, dunque, la Curva Nord Foggia (che non ha sottoscritto la Card) si vedrebbe ugualmente privata della possibilità di partecipare al derby, mentre i supporters rossoneri della Curva Sud Foggia avrebbero il via libera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *