hamsik napoli

di SABATO ROMEO

Testa da leader, fame da capitano. Marek Hamsik alza la cresta e punta al campionato. Il centrocampista slovacco del Napoli ha analizzato il momento personale e della squadra partenopea ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, tenendo alta la concentrazione in vista dell’ostica trasferta di Udine. “Con lo Shakhtar abbiamo portato a casa una vittoria importante – ha raccontato Hamsik – Crediamo nella qualificazione e ora andremo a Rotterdam per vincere e sperare nel City. Dobbiamo resettare tutto e iniziare a pensare all’Udinese. Alla Juve c’è tempo per pensarci, stiamo bene e vogliamo ottenere sei punti nelle prossime due sfide”.

Il sogno

Un inizio di stagione in sordina, con quel record di Maradona soltanto ad un passo ma alla quale Hamsik rivela di non pensarci. “Per i tifosi sembra un incubo ma la cosa più importante è che la squadra vinca nonostante la mia assenza dal gol”. E così, tra il ricordo delle reti al Milan e alla Juve nella storica finale di Coppa Italia, il capitano slovacco svela un retroscena sulle ambizioni della squadra azzurra. “Ho tanti tatuaggi ma ho lasciato uno spazio per quello dello Scudetto. E’ il mio sogno più grande. Vincere il titolo in questa città sarebbe meraviglioso, non so ancora immaginare la festa che ci sarebbe. Lo spero tanto per i tifosi, per te, la città se la merita”.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *