Regista ad honorem. Sidney Sibilia va verso la consacrazione definitiva. Merito dell’ultimo lavoro cinematografico del regista salernitano trapiantato ormai a Roma da diversi anni, che con l’ultimo atto di “Smetto quando voglio – Ad Honorem“, chiude la fortunatissima e apprezzata trilogia. Aspetto principale della terza pellicola del 36enne con un passato tra i banchi del Liceo Scientifico “Francesco Severi”, anni nei quali gira i primi cortometraggi, l’aspetto del precariato all’interno del mondo universitario. Il terzo capitolo della trilogia iniziata nel 2014 con “Smetto quando voglio” e proseguita nel 2017 con “Smetto quando voglio – Masterclass“, arriva ora alla conclusione della storia, che vede ancora una volta protagonista la banda di ricercatori che, nonostante anni di studi e sacrifici, decidono di sbarcare il lunario con il crimine. New entry Luigi Lo Cascio, che progetta un attentato all’università che solo i ricercatori fuorilegge potranno provare a fermare. 
“Scherzi a partela situazione dei ricercatori in Italia non è cambiata, quando uno di loro rischia di essere mandato via si rivolge a me. C’è tanta nostalgia ora, dopo sei anni di impegno, un pezzo di vita”, ammette Sibilia alla presentazione del film che uscirà nelle sale il 30 novembre. 
“Ricordo quando un ragazzo di Salerno venne da me con una sceneggiatura, e ora eccoci qui a concludere questo progetto inestimabile dal punto di vista umano”, dice Edoardo Leo, tra i protagonisti delle prime due pellicole con Libero De Rienzo, Stefano Fresi. C‘è spazio anche per un cammeo di Beppe Barra, poliedrico artista napoletano, che vestirà i panni di un direttore di carcere sui generis, un poeta innamorato del teatro. “Dopo la forza della banda, il mio prossimo film verterà su un singolo – conclude Sidney Sibilia – ai giovani dico non fate una trilogia: è un’operazione che leva la salute”. Anche se la sua ha portato una bella ventata d’aria fresca nel cinema italiano.

 

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *