La suggestione di poter riabbracciare presto il bomber di questa prima parte di campionato è forte. Fortissima. I tifosi della Cavese adesso incrociano le dita e attendono impazienti il pomeriggio di giovedì. Sarà il momento in cui scatterà il gong da parte della corte sportiva d’Appello della Figc che deciderà su un possibile sconto per Antonio Martiniello, il centravanti scuola Salernitana fermato per quattro turni dal giudice sportivo dopo l’espulsione ricevuta a Gravina.

Alle 14 e 30 sarà discusso il ricordo presentato dal club metelliano e dall’avvocato Maurizio Avagliano che, sui social, ha provato a rassicurare tutti. «Non sono solito intervenire su vicende che mi vedono coinvolto come professionista. Viste però le circostanze e considerato che le vicende che riguardano la Cavese sono a cuore a molti, ritengo opportuno ricordare che il filmato raramente viene ammesso come prova, anche se ne abbiamo chiesta l’ammissione inviando una copia con l’attestazione di autenticità della stessa. La decisione interviene dopo due giornate di squalifica, che Martiniello avrebbe comunque scontato posto che l’espulsione diretta determina automaticamente la squalifica per due giornate. Per il resto, faremo tutto quello che si può, anche qualcosa in più», ha spiegato il legale che sta seguendo il club nella vicenda che spera nello stesso esito della vicenda avuto anche per Chiaradia, il calciatore del Gravina con il quale è nata “l’incomprensione”, che la scorsa settimana ha visto decurtata la sua “pena” da tre a due turni di stop.

Dita incrociate sotto i portici, dunque. Lo sconto a Martiniello può essere l’ennesima buona notizia di un momento magico per gli aquilotti, reduci da otto successi di fila in campionato e a un solo punto di distanza dalla vetta della classifica del girone H di serie D occupata dal Potenza.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *