Schiavi Salernitana

di SABATO ROMEO

Il chiuso dell’Arechi per provare qualche modifica. Si affida al silenzio del “Principe degli StadiAlberto Bollini per ridare smalto alla sua Salernitana. Nella seduta svolta questo pomeriggio nell’impianto di via Allende, il tecnico granata ha provato uomini e schemi in vista della trasferta di Brescia. Carte mischiate come di consueto ma anche indizi forti soprattutto grazie ai rientri dei titolari sia dall’infermeria che dalla squalifica.

Le prove

Nel primo caso Bollini ha riabbracciato Raffaele Schiavi e sembra pronto a concedergli una chance. Il centrale di Cava de’ Tirreni dovrebbe riprendere posto al centro della difesa, con ai suoi lati Pucino e Mantovani (rientrato dall’impegno con la B Italia). In mezzo al campo ritornerà al ruolo di esterno sinistro Luigi Vitale, appiedato a Cittadella dal Giudice Sportivo e pronto a far rifiatare Alex. Sull’altra corsia, Gatto è in netto vantaggio, con in seconda fila Kiyine e  Di Roberto. In mezzo al campo Signorelli, Minala e Ricci viaggiano verso la riconferma anche se gli ultimi due hanno sulla propria testa la tagliola della diffida e lasciano chance di titolarità a Odjer e Rizzo (quest’ultimo indietro rispetto al ghanese). Davanti potrebbe riscoccare l’ora di Rossi, con Rodriguez (in vantaggio) e Bocalon a giocarsi l’ultima maglia da titolare. Tra i convocati rientrerà anche Sprocati, autentica mina vagante. Bollini potrebbe utilizzarlo a gara in corso o da seconda punta o addirittura da esterno nel 3-5-2 nel caso di risultato negativo. Solo differenziato per  Della Rocca (fisioterapia), Rosina e Bernardini, ancora lontani dal rientro in campo. Tante idee, pensieri: Bollini studia la sua Salernitana nel silenzio dell’Arechi.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *