taccone avellino

Arriva la conferma, il processo sportivo per la presunta combine di Catanzaro-Avellino del campionato di Lega Pro 2013 avrà inizio il 15 dicembre. Data dell’udienza di primo grado che avrà luogo dinanzi ai giudici del Tribunale Federale Nazionale. I club in causa sono stati deferiti a titolo di responsabilità diretta e oggettiva, mentre su cinque tesserati pende l’accusa di illecito sportivo: il presidente Walter Taccone e Vincenzo De Vito per gli irpini, Giuseppe Cosentino, Armando Ortoli e Andrea Russotto per i giallorossi. Accusati, questa volta di omessa denuncia, anche due ex dirigenti del Catanzaro: Francesca Muscatelli e Marco Pecora. Le due società rischiano la retrocessione, pena contemplata dal Codice di Giustizia Sportiva alla luce della responsabilità diretta.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *