legge tabagismo

Il Consiglio dei Ministri impugna la legge regionale su tabagismo e tutela della salute. Il provvedimento era stato approvato dal Consiglio regionale della Campania per contrastare il tabagismo e provare a ridurre il numero di fumatori attraverso una serie d’interventi. Ma durante la riunione odierna, il Consiglio dei Ministri ha deciso – come si legge nel comunicato diramato al termine della riunione tenutasi a Palazzo Chigi – «d’impugnare la legge della Regione Campania numero 30 del 09/10/2017, recante “Interventi di lotta al tabagismo per la tutela della salute”, in quanto una norma, in materia di interventi per la prevenzione, l’assistenza e il supporto alla disassuefazione dal tabagismo, interferisce con le funzioni del Commissario ad acta per l’attuazione del Piano di rientro dal disavanzo sanitario, in violazione dell’articolo 120 Cost., e si pone altresì in contrasto con le previsioni di detto Piano, in violazione dei principi di coordinamento della finanza pubblica di cui all’art. 117, terzo comma, Cost». La legge contro il tabagismo prevedeva tutta una serie d’iniziative, interventi e provvedimenti da attuare per provare a contrastare il fenomeno.

Non è stata impugnata, invece, «la legge della Regione Campania numero 29 del 09/10/2017, recante “Norme per la tutela della salute psicologica nei luoghi di lavoro e per la prevenzione dei fenomeni del mobbing e del disagio lavorativo”».

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *