“Il vino con le sue tradizioni è patrimonio culturale e necessita di protezione di rango costituzionale”. Con queste parole il colonnello Luigi Cortellessa alla guida del comando Politiche Agricole dei Carabinieri ha illustrato il lavoro di presidio dei prodotti agroalimentari ai rappresentanti delle aziende vitivinicole italiane che insieme ai visitatori hanno ascoltato con interesse il suo intervento nel corso della seconda giornata di In Vino Civitas, il salone del vino che si chiude domani lunedì 4 dicembre alle 18 alla stazione Marittima di Salerno. Ospite dell’associazione Createam, il colonnello alla guida di un comando unico del suo genere in Europa (E’ quello che ha sequestrato 3 milioni e 700 mila uova nel 2016) ha avuto parole di elogio per la città di Salerno che ha visitato, rimanendo particolarmente affascinato dalla cripta del Duomo e dalle Luci d’Artista, e per l’accoglienza ricevuta, soffermandosi anche sul giusto titolo scelto per l’iniziativa che attraverso il vino vuole promuovere ed esaltare la “Civitas” intesa come bagaglio culturale custodito anche attraverso i prodotti della tradizione. Cortellessa ha anche evidenziato che le uniche due SGT, specialità tradizionale garantita, in Europa provengono proprio dal territorio della Campania e sono la mozzarella di bufale e la pizza napoletana. A parlare di opportunità economica di crescita del territorio è stata anche la Federazione degli agronomi e forestali della Campania che si è soffermata in modo particolare anche sulla qualità in vigna e le opportunità del Psr per le aziende vitivinicole.

Di eccellenze campane e di come promuoverle si parlerà anche domani quando ad aprire la terza ed ultima giornata del salone del Vino sarà l’incontro con il presidente di Coldiretti, Vittorio Sangiorgio, il presidente territoriale di Salerno della Cna, Lucio Ronca e il dirigente scolastico del Profagri, Alessandro Turchi. Anche la seconda giornata intanto ha fatto registrare tantissime presenze: A dare il suo benvenuto alle aziende espositrici anche il presidente della Camera di Commercio Andrea Prete, che ha espresso parole di elogio per gli organizzatori. In visita anche il rappresentante del Pd regionale, Piero De Luca, il segretario provinciale Enzo Luciano, il vice presidente della provincia Luca Cerretani, l’assessore alle attività produttive del comune di Salerno Dario Loffredo, il presidente dell’Asi, Antonio Visconti, il consigliere regionale Luca Cascone. Domani ultima giornata di esposizione per le cinquanta prestigiose aziende vinicole italiane provenienti da diverse regioni Italiane (oltre che dalla Campania, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Toscana, Umbria, Lazio, Sicilia, Marche, Abruzzo, Puglia, Basilicata, Piemonte ecc) che hanno scelto di presentare le loro migliori produzioni all’interno della Stazione Marittima di Salerno. Previsto anche un momento per gli incontri b2b tra le aziende.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *