Salernitana-Bari

Di NICOLA LANZILLI

Una settimana da dimenticare. I ko di Cittadella e Brescia hanno scalfito le sicurezze di una Salernitana che aveva abituato a grandi imprese. Con rimonte al cardiopalma degne di un thriller. I 12 risultati utili consecutivi avevano fatto sognare i tifosi del cavalluccio marino, abituati a vivacchiare in zona play off, e reso praticamente invincibili i ragazzi di Bollini. Ora, però, le cose sono cambiate. I granata, infatti, sono passati dal detenere record invidiabili a essere gli ultimi della classe, o quasi. Da 5 giornate i numeri del team di patron Lotito sono disastrosi. Parlare di crisi potrebbe risultare affrettato e anche ingeneroso, ma il calo di un gruppo che sembra aver smarrito la cattiveria agonistica dei mesi scorsi, è evidente. Un calo iniziato anche prima delle due sconfitte subite nel giro di sette giorni. Per punti conquistati e gol subiti, infatti, la Salernitana risulta essere una delle peggiori della categoria nelle ultime giornate.

Numeri da brividi

Nell’ultimo mese, nel quale ha disputato 5 gare, la Salernitana ha conquistato soltanto 3 punti. Frutto di altrettanti pareggi. Bottino magro, magrissimo emulato soltanto dall’Avellino che insieme ai granata sarebbe penultimo in una speciale classifica. Meglio soltanto dell’Ascoli che ne ha totalizzato 1.
Altro dato negativo per gli uomini di Bollini riguarda la fase difensiva. Sono ben 10 i gol subiti dalla retroguardia del cavalluccio marino (una media di 2 a partita) che la rendono la terza più battuta della serie B nelle ultime 5 giornate. Alle spalle di Cesena ed Ascoli con 13 e del Pescara con 11. Numeri da migliorare in fretta, magari con l’aiuto dei vari Bernardini e Schiavi i cui infortuni hanno contribuito a rendere ancor più perforabile la già delicata difesa granata.

 

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *