di NICOLA LANZILLI

La carica degli ex. Sabato la Salernitana affronterà il Perugia in una sfida che sa tanto di esame di maturità per la squadra di Bollini, chiamata a un pronto riscatto dopo le sconfitte con Cittadella e Brescia. La zona play off si è leggermente allontanata e la gara contro il grifone servirà a capire se la partenza sprint dei granata sia stata pura casualità o l’inizio di una marcia trionfale. E per far sì che il sogno continui il tecnico di Poggio Rusco farà affidamento su alcuni dei diversi ex presenti nella sua rosa.

Il più atteso è senza dubbio Mattia Sprocati, ormai recuperato dopo l’infortunio che lo ha tenuto fermo ai box per oltre un mese. L’esterno offensivo granata ha indossato la casacca biancorossa nella stagione 2013/14, contribuendo, con 4 gol e un assist, al ritorno in B del grifone. In quell’annata, tra l’altro, Sprocati fu letale per i granata siglando la rete con la quale il Perugia sconfisse il cavalluccio marino al Renato Curi.

Altro ex di lusso è Matteo Ricci, tra le fila degli umbri nella passata stagione dove, ironia della sorte, segnò una delle due reti del suo campionato proprio alla Salernitana. Nel 3 a 2 dell’ultima giornata.

In due diverse annate anche Francesco Della Rocca ha vestito il biancorosso, sia nel 2009/10 ai tempi della Lega Pro (solo 6 presenze) sia nel 2015/16 in cadetteria. Stagione nella quale scese in campo ben 37 volte insieme all’attuale compagno di squadra Giuseppe Rizzo. Quest’ultimo vestì la maglia del Perugia anche due anni fa collezionando 8 presenze in campionato più una nel match play off perso con il Pescara per 2 a 1.

Tra gli ospiti l’unico ad aver indossato il granata non farà parte dei ragazzi che daranno battaglia all’Arechi, ma sarà seduto in panchina a guidarli. Si tratta di Roberto Breda. Storico capitano della Salernitana, vanta oltre 200 presenze con il cavalluccio marino stampato sul petto con il quale conquistò la promozione in B del 1993/94 e soprattutto quella in A del 1997/98. A lui, inoltre, è legato uno dei ricordi più emozionanti per i tifosi granata: quello del gol vittoria nel derby con l’Avellino del febbraio 1994 quando al minuto 76 gelò il Partenio.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *