Minala Salernitana

In alto mare. A meno tre giorni dalla delicata sfida con il Perugia, Alberto Bollini continua a meditare sulla possibile Salernitana da schierare. A partire dalla difesa a tre, segreto del volo playoff granata ma in difficoltà sia a Cittadella che a Brescia. Ecco perchè sul prato dell'”Arechi” questo pomeriggio il tecnico mantovano ha rispolverato la difesa a quattro, sorridendo per il rientro in gruppo di Raffaele Pucino. Il terzino napoletano, out in barella nei minuti finali del match del “Rigamonti” per una forte contusione alla caviglia destra, ha ripreso posto in difesa e si candida per una nuova maglia da titolare.

I dubbi

4-3-3 o 3-4-3? Bollini rivolta la sua Salernitana come un calzino in attesa di prendere la sua decisione: oggi il tecnico ha provato e riprovato le diverse soluzioni tattiche, anche se il tridente del Perugia e le condizioni non ottimali di Minala potrebbero optare per il 3-4-3. Schiavi, Mantovani e a questo punto Pucino sarebbero il terzetto scelto davanti a Radunovic. Vitale, non in grande spolvero ma confermato visto l’acciaccato Alex, Ricci e Signorelli, in vantaggio proprio sull’affaticato Minala, corrono verso un posto da titolare. Per l’ultimo posto in mezzo al campo resta apertissimo sulla destra il ballottaggio fra la vivacità di Gatto e l’acume tattico di Kiyine. Davanti il rientro di Sprocati dal primo minuto è certezza così come l’utilizzo di Rossi, con Rodriguez punta centrale e nettamente favorito sull’appannato Bocalon.

L’opzione Minala

La tagliola diffida e la stanchezza palesate nelle ultime uscite potrebbero costare caro dunque a Joseph Minala, leone infaticabile di centrocampo ma col fiatone e apparso stranamente nervoso. Bollini potrebbe rinunciarci dall’inizio, ma in caso di nuova chance per il centrocampista di proprietà della Lazio possibile il passaggio al 4-3-3 con Pucino e Vitale nel ruolo di terzini e uno fra Kiyine e Gatto a lasciare posto a Minala. Solo differenziato per Bernardini e Rosina, mentre Della Rocca ha effettuato una seduta fisioterapica. Poche certezze, tanti dubbi: Bollini pensa al Perugia e medita cambi.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *