Cori e sfottò e qualche fumogeno acceso oltre la barriera dei container che divideva la tifoseria di casa da quella ospite. Salernitana-Foggia, partita considerata ad alto rischio, non ha riservato alcun eclatante episodio di ordine pubblico. I 300 tifosi pugliesi sono entrati all’Arechi pochi minuti prima del fischio d’inizio accolti dai consueti cori di scherno da parte della curva Sud. La partita del tifo è stata vibrante su entrambi i fronti e dopo il secondo gol del Foggia dal settore Distinti sono piovuti in campo anche dei fumogeni. Qualche torcia è stata poi accesa nel post-gara all’esterno dello stadio ma la situazione è sempre stata sotto controllo.

Il match aveva mosso un ingente piano sicurezza con la chiusura di strade e attività commerciali. Alle 23,30, oltre un’ora dopo il fischio finale, i tifosi foggiani erano ancora in curva Nord in attesa di risalire sui quattro pullman e sulle auto private con cui avevano raggiunto Salerno.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *