di SABATO ROMEO

Salernitana-Foggia 0-3, di seguito le pagelle granata:

Adamonis 5,5 – Non rischia quasi mai, si disimpegna bene coi piedi. Non può nulla sui gol di Floriano e Calderini.

Pucino 5,5 – Dai suoi piedi partono i cross più interessanti. Il ritorno da terzino destro lo ha fatto rinascere. Da matita blu la scivolata in area su Agazzi per fortuna senza conseguenze. In ritardo sull’inserimento di Floriano.

Mantovani 5,5 – Arranca in più di una circostanza, lascia più volte il fianco ai contropiedi di Beretta.

Schiavi 5 – Prestazione meno solida rispetto a Chiavari. Si fa lasciare sul posto da Deli che per fortuna lo grazia. La finta di Beretta lo sorprende.

Vitale 5,5 – Spinge (e tanto) nel primo tempo crossando a più riprese per Bocalon. Attento e sicuro fino alla discesa di Calderini.

Signorelli 5,5 – Preciso e puntuale. Prova (finalmente) convincente del mediano sudamericano, bravo sia nel cucire gioco che nel contrastare le offensive ospiti. Sfortunato in occasione della traversa che chiude il primo tempo.

Ricci 5,5 – In ombra rispetto al compagno di reparto, è lucido nel velocizzare con pochi tocchi la mediana granata. Le invenzioni però, latitano.

Gatto 4,5 – Serata “no” per l’esterno destro. Sbaglia i tempi di inserimento e rovina tutto quel che può negli ultimi metri. (11’ st Di Roberto 5,5 – Prova a scrivere la storia del match ma Marini non casca nel suo tranello. La girata di sinistro nel cuore della ripresa meriterebbe più fortuna.

Kiyine 6,5 – Tempismo, dinamismo e qualità. Il marocchino conferma le ottime impressioni di Chiavari, accendendo gli esterni granata con verticalizzazioni precise. Solo Tarolli gli nega la gioia del gol. (22’ st Rosina 5 – Non lascia traccia.)

Sprocati 6 – Tra leziosismi e sfortuna, il numero 28 granata fallisce ancora l’appuntamento col gol all’Arechi. Le occasioni migliori passano tutte dai suoi piedi: quando Tarolli è superato però c’è il palo a sputargli fuori il pallone della vittoria.

Bocalon 5 – Lavoro sporco…e poco più. L’ex Alessandria non brilla, mangiato da Camporese e compagni. L’unica palla buona gliela serve Gatto ma si fa bruciare da Martinelli da metri due. (30’ st Rossi 5,5 – Non lascia il segno. Pochi palloni toccati).

All. Colantuono 5,5 – La squadra gioca e domina il match ma non trova la zampata vincente. L’emergenza in mediana non gli permette di dare la scossa in cabina di regia. Rosina e Rossi non cambiano lo spartito, la beffa è dietro l’angolo.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *