Stefano Colantuono Salernitana

La Salernitana non si rialza. Dopo il ko interno subito la scorsa settimana contro il Foggia, i granata cadono 3-0 anche al “Barbera” di Palermo. Una prova dai due volti per i granata che, nonostante l’uomo in meno (espulso Vitale al 7′ della ripresa), sfiorano il pari in almeno due circostanze (un gol fantasma e un palo colpito sul risultato di 1-0). Ma, alla fine, sono costretti a lasciare i punti alla capolista della serie B che si laurea campione d’inverno, facendo chiudere nel peggior modo possibile il 2017 al cavalluccio marino.

La gara. Il match stenta a decollare. La formazione rosanero tiene in mano il pallino del gioco e, quando può, prova a affondare. I granata, in formazione rimaneggiata, faticano a costruire gioco ma sembrano in grado di contenere il Palermo. Ne vien fuori una partita priva di grandi emozioni. La prima occasione arriva al 13’: Nestoroski, servito da Alesami, prende il tempo alla retroguardia del cavalluccio marino ma la sua conclusione viene respinta da Adamonis. Pochi minuti dopo è provvidenziale Bernardini a fermare Coronado lanciato a rete. Al 17’ la fortuna non aiuta la Salernitana: Colantuono è costretto a sostituire Rossi per infortunio, lanciando nella mischia Rodriguez.

Il cambio non modifica la storia del match che continua a viaggiare su ritmi bassi. Il Palermo, però, al 30’ approfitta di un’ingenuità della Salernitana che, con Zito a terra, si ferma. I rosanero proseguono e finalizzano la ripartenza con Chocev (30’) che, prima vince un rimpallo con Mantovani e poi batte debolmente ma quel che basta per superare Adamonis. L’episodio innervosisce i granata che faticano a rimettersi in piedi. L’occasione per pareggiare capita sulla testa di Bocalon (39’) ma la torsione dell’ex Alessandria non è precisa e termina a lato. Ancora più pericoloso è Vitale (48’) con una botta dalla distanza che, complice una deviazione di Struna, fa la barba al palo e si perde in angolo.

Nella ripresa parte meglio la Salernitana che riesce a schiacciare i rosanero e farsi vedere con maggiore incisività dalle parti di Posavec. Proprio quando i granata sembrano aver trovato le misure ai siciliani, però, Vitale (7’) finisce anzitempo sotto la doccia per doppia ammonizione (braccio alto in un contrasto con Chocev). Nonostante l’uomo in meno la Salernitana resta viva e si riversa nella metà campo rosanero. Rodriguez (17’) spizza un calcio di punizione battuto teso da Zito ma la palla termina sull’esterno della rete. Quattro minuti dopo, invece, i granata protestano per un presunto gol fantasma: Zito crossa al centro, Bocalon colpisce forte di testa, Posavec salva sulla linea di porta lasciando il dubbio che la palla sia entrata. La Salernitana continua a spingere e al 32′ sfiora il pareggio sempre sull’asse Zito-Bocalon: il primo crossa al centro dalla sinistra, il secondo sfiora con la punta e la palla si stampa sul palo, finendo tra le mani dell’estremo difensore siciliano. L’occasione taglia le gambe ai granata che, sul capovolgimento opposto, capitolano: ripartenza letale di Trajkovski, palla al neoentrato Monachello (34′) che sorprende Adamonis nell’angolino. Una doccia gelata per gli uomini di Colantuono che non riescono più a rialzarsi. Nell’ultimo minuto di recupero Jajalo chiude i conti, condannando la Salernitana alla seconda sconfitta consecutiva.

PALERMO-SALERNITANA 3-0 (clicca qui per leggere le pagelle)

PALERMO (3-5-1-1): Posavec; Cionek, Struna, Bellusci; Rispoli (33’ pt Murawski), Coronado, Jajalo, Chochev, Aleesami; Trajkovski (38′ stDawidowicz); Nestorovski (24’ st Monachello).  A disposizione: Maniero, Pomini, Accardi, Embalo, Gnahoré, Fiordilino, Szyminski, Petermann. Allenatore: Tedino.

SALERNITANA (3-5-2): Adamonis; Mantovani, Bernardini, Vitale; Pucino, Minala (6’ st Odjer), Signorelli, Ricci, Zito; Rossi (17’ Rodriguez), Bocalon (36′ st Sprocati).
A disposizione: Russo, Iliadis, Asmah, Rizzo, Di Roberto, Alex, Cicerelli, Kadi, Kiyine. Allanatore: Colantuono

ARBITRO: Minelli di Varese

Assistenti: Muto e Raspollini – IV uomo: Pasciuta

RETE: 30’ pt Chochev (P), 34’ st Monachello (P), 48′ st Jajalo (P)

NOTE. Spettatori 5768 circa di cui 250 da Salerno. Espulso al 7’ Vitale (S) per doppia ammonizione. Ammoniti: Minala (S), Zito (S), Murawski (P). Angoli: 2-3. Recupero: 4’ pt – 3’st

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *