stefano colantuono salernitana

Provare a riscattare il ko con il Foggia e chiudere al meglio l’anno solare. Questa la missione della Salernitana, che stasera (ore 20.30) contro la capolista Palermo al Barbera avrà bisogno di una gara di altro spessore per regalare un sorriso ai suoi tifosi. I padroni di casa, in vetta alla classifica della Serie B, proveranno la prima vera fuga del campionato.

Non poche le assenze per Stefano Colantuono, che dopo la seduta di rifinitura di ieri è stato costretto a lasciare a casa tra gli altri Rosina (forfait con l’ombra del mercato che incombe), Gatto e Schiavi. La scelta del sistema di gioco dipenderà anche dalle condizioni di Mattia Sprocati, partito alla volta della Sicilia con i compagni ma pure lui non al top della condizione. Il talento granata potrebbe trovare spazio inizialmente solo in panchina, così il trainer di Anzio opterebbe per un più coperto 3-5-2. In difesa si rivedrà Bernardini dal 1′, in mediana tornerà invece Minala dopo la squalifica, ma la grande sorpresa di giornata potrebbe essere il ritorno di Antonio Zito sull’out mancino dopo oltre due mesi passati in naftalina. In attacco possibile conferma per Bocalon, che dovrebbe essere assistito da Rossi, in netto vantaggio su Rodriguez.

Anche Tedino varerà il 3-5-2 ma bomber Nestoroski viaggia verso la panchina. A Palermo, con la Salernitana, oltre 200 tifosi (clicca qui per il servizio). Arbitrerà Minelli di Varese, diretta tv su Sky Calcio 1 Hd.

Ecco di seguito le probabili formazioni.

Palermo (3-5-2): Posavec; Cionek, Struna, Bellusci; Rispoli, Gnahoré, Jajalo, Coronado, Aleesami; Trajkovski, La Gumina.

In panchina: Maniero, Accardi, Embalo, Chochev, Fiordilino, Pomini, Szyminski, Monachello, Dawidowicz, Nestorovski, Petermann, Murawski. Allenatore: Tedino.

Salernitana (3-5-2): Adamonis; Mantovani, Bernardini, Vitale; Pucino, Minala, Signorelli, Ricci, Zito; Rossi, Bocalon.

In panchina: Russo, Rodriguez, Alex, Iliadis, Kiyine, Rizzo, Kadi, Odjer, Di Roberto, Asmah, Sprocati, Cicerelli. Allenatore: Colantuono.

 

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *