Stessi tavoli, solito finale. Si riapre il dibattito sui diritti tv in Lega ed è subito caos con protagonista Aurelio De Laurentiis. Durante l’assemblea per il bando per il prossimo triennio 2018-2021, sono stati stipulati i diversi pacchetti e le conseguenti basi d’asta. Tre quelli considerati principali, uguali per le piattaforme del satellite, del digitale terrestre e degli Over the Top (Internet), con le partite interne ed esterne di 8 squadre, ovvero tutte le big tranne la Roma. Le altre 12 squadre sono state collocate negli altri due pacchetti esclusivi, che sono destinati ad essere acquistati in coppia.

Infront e la Lega A sperano di poter incassare una cifra intorno al miliardo di euro. Valutazione condivisa da 18 club della massima serie italiana, con Napoli e Roma che hanno preferito astenersi. A criticare fortemente le scelte ci ha pensato Aurelio De Laurentiis che, secondo quanto raccontato da “La Gazzetta dello Sport”, avrebbe addirittura minacciato di ritirare il Napoli dal campionato.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *