di SABATO ROMEO

Sabato di gol, di rivincite e chissà di porte chiuse e piste che sfumano definitivamente per il mercato della Salernitana. Perchè il primo turno di serie A del 2018 ha visto sorridere Andrej Galabinov, obiettivo numero uno del mercato granata  e cercato con insistenza anche dal Venezia ma fermo sulla sua intenzione di non lasciare la massima serie. E il gol decisivo del bulgaro in Genoa-Sassuolo non fa che certificare le ambizioni dell’ex Novara. Così come quelle di Massimo Coda, sogno sì ma mai obiettivo possibile della Salernitana, protagonista a Benevento di una doppietta tanto bella quanto fondamentale per la rincorsa salvezza dei sanniti.

Sguardo in B

Piste battute ma ora trasformatesi in salite impervie e quasi impossibili. Da qui, la scelta della dirigenza granata di guardare in casa Parma e al profilo di Emanuele Calaiò per rinforzare il proprio reparto offensivo. L’ex Napoli è balzato in pole nelle preferenze del ds Fabiani e di Stefano Colantuono per provare l’assalto ai playoff. Contatti esplorativi positivi fra le società, mentre bisognerà lavorare sulle richieste del calciatore, ostacolo già lo scorso giugno per una trattativa poi saltata sul più bello. Sul calciatore nelle ultime ore è piombato anche il Palermo, pronto ad affiancare a Nestorovski un bomber con tanta esperienza e dai gol pesanti. Il Parma però vuole prima trovare un nuovo bomber: ricerca diventata difficile dopo l’esplosione di Coda ed un affare nell’aria da settimane e che rischia ora di saltare. La Befana di serie A ha parlato, la Salernitana riflette…con Calaiò sullo sfondo.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *