taccone avellino

Nel freddo del mese di gennaio, il raccordo Salerno-Avellino può diventare “caldo” sul mercato. Lo scorso anno era stato Lorenzo Laverone ad innescare la miccia e trasferirsi dalla Salernitana agli irpini, nelle prossime settimane la situazione potrebbe ripetersi. Ad uscire allo scoperto e a mostrare il suo interesse per alcuni calciatori della rosa granata è Walter Taccone. Il patron dell’Avellino, infatti, questa sera è intervenuto in tv ad Ottochannel facendo un punto della situazione sui possibili rinforzi. E parlando, apertamente, del suo apprezzamento per un paio d’elementi degli storici rivali.

Su tutti Alessandro Rosina, escluso dalla lista dei convocati a disposizione di Stefano Colantuono (clicca qui per i dettagli) nel ritiro di Cascia. «Sono un suo estimatore: appena entrò nel derby ci creò non pochi problemi ma è capitato anche in altre occasioni. Questo è sufficiente per farvi capire quanto stimi questo calciatore», le parole di Taccone che, poi, ha sottolineato anche di sapere come Di Roberto sia «un buon giocatore».

All’orizzonte, però, potrebbe esserci anche un derby. Anche l’Avellino, infatti, da tempo ha messo gli occhi su Simone Palombi, il talentino dell’attacco della Lazio che sembra davvero a un passo dal vestire la maglia con il cavalluccio marino sul petto. «Se va via dalla Lazio, i granata sono avvantaggiati per ovvi motivi. Ma noi siamo immediatamente dietro», ha spiegato Taccone che ha detto di avere la “soluzione” utile per far cedere i biancocelesti alle sue pressioni. «Se li accontentiamo con qualche giocatore che piace a loro, Lotito può darsi che lo dia a noi». Potrebbe essere Paghera il “mister X”? Taccone non si espone e pur sottolineando la bontà delle prestazioni offerte dal centrocampista ha svelato che sul calciatore ci sono «5-6 squadre importanti di serie B».

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *