rassegna teatrale bolano

“Ai piedi del Vesuvio” è la rassegna che, da gennaio a maggio, andrà in scena presso la sala-teatro Antonio De Curtis di Bolano (Fisciano). Il cartellone è stato presentato alla stampa questo pomeriggio, alla presenza dei registi (Antonio D’Amico Manuel Stabile) delle  compagnie teatrali che si esibiranno in questi mesi. Lo spettacolo inaugurale è in programma venerdì 26 gennaio alle 20,30 e vedrà protagonisti Antonio D’Amico, Daniele Nocerino ed Enzo Ruggiero. Gli attori della neonata compagnia teatrale Soul Theatre metteranno in scena “Senza pensiero…quello che le parole non dicono”, uno spettacolo inedito scritto dallo stesso D’Amico. «Si tratta di un’opera che appartiene al genere del teatro dell’assurdo – spiega l’attore e regista Antonio D’Amico – e punta a mettere in risalto la superficialità dell’essere umano. Comicità e ironia saranno il filo conduttore dello spettacolo. Poi toccherà agli spettatori interpretare il vero significato della nostra messa in scena».

Il secondo spettacolo (“Un caffè sospetto”) è in programma il 23 marzo e sarà realizzato dalla compagnia Opus Rei, composta da sei attori e guidata da Manuel Stabile. «Sarà un vero piacere – ha spiegato Stabile – tornare a calcare questo palcoscenico da dove è iniziata la mia esperienza». La rassegna terminerà il 25 maggio con “Totò in gonnella”, spettacolo scritto dalla poetessa Maria Mammola insieme ad Antonella Iannone e messo in scena dalla compagnia Le Liberarti (di cui fa parte Valentina Iannone). Ma l’offerta garantita dalla sala-teatro Antonio De Curtis non riguarderà soltanto gli adulti. Per i più piccoli, infatti, è stata organizzata la rassegna “Come nelle favole”, composta da tre spettacoli messi in scena dalla compagnia Le Liberarti. Si parte il 20 febbraio con “I like…Madagascar”; un mese dopo, il 20 marzo, nuovo appuntamento con “La principessa bacia il ranocchio” e, il 20 aprile, chiusura con “Il mio animo…ribelle”.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *