stefano colantuono salernitana

di SABATO ROMEO

Dimenticare il Carpi e ripartire. Si è concessa ventiquattro ore di riposo la Salernitana prima di riprendere a lavorare in vista della delicata trasferta di Pescara. Un giorno di riposo utile per resettare i pensieri dimenticando l’amarezza e la delusione per il ko interno col Carpi e i sonori fischi arrivati dal pubblico dell’Arechi. Appuntamento in programma domani pomeriggio al “Volpe” con Colantuono che si soffermerà sulla sconfitta di sabato scorso prima di iniziare la missione Pescara.

Diversi i dubbi per il tecnico granata in vista della trasferta dell’Adriatico, soprattutto a centrocampo dove l’emergenza preoccupa e non poco. Oltre allo squalificato Ricci, restano da valutare le condizioni di Signorelli, alle prese con un risentimento muscolare, e di Moses Odjer, vittima di una ferita lacero-contusa sutura in Ospedale e messa in mostra dal ghanese sui suoi profili social. A disposizione restano il solo Minala e il ritrovato Della Rocca, in panchina sabato ma lontano dal terreno di gioco addirittura dal 29 settembre 2017 (Parma-Salernitana 2-2). In auge resta la possibilità di adattare Zito in mediana in virtù anche della bocciatura rifilata dal tecnico a Kiyine nel ruolo di intermedio subito dopo il fischio finale col Carpi.

In difesa potrebbe scoccare l’ora di Monaco, con Vitale avanzato sulla linea dei centrocampisti. Retroguardia che dovrà fare i conti anche con le condizioni di Mantovani e Bernardini, ancora alle prese con i rispettivi infortuni. Ipotesi al vaglio dello staff tecnico e che prenderanno forma nei prossimi giorni, in vista di un test da “vietato fallire”.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *