Nuovo anno, stessa storia. Un nono posto in classifica e l’obiettivo minimo dei playoff alla portata. Eppure la storia d’amore fra Giuseppe Sannino e la Triestina è ufficialmente finita questa mattina. Il club biancorosso, attraverso una nota stampa, ha reso noto di aver accettato le dimissioni presentate dal tecnico di Ottaviano. Un deja-vù per l’ex Salernitana, alla vigilia proprio del match tra il club granata e la Pro Vercelli, sfida che la scorsa stagione costò carissima a Sannino. Il pari ospite firmato Sprocati e il polverone alzato nel post-partita portarono il tecnico a dare le dimissioni dopo una lunga riflessione.

A prendere il posto di Sannino il suo vice Nicola Princivalli, ex conoscenza del popolo granata. Il mediano vestì la maglia della Salernitana nella stagione 2005-2006, quella culminata con la dolorosa sconfitta nei playoff promozione di serie C col Genoa. Un’esperienza ad un passo dall’essere ripetuta nel gennaio del 2011, quando il centrocampista fu vicinissimo ad un ritorno all’ombra dell’Arechi. Negli ultimi minuti di mercato, l’agente del calciatore corse alla disperata per consegnare il contratto. In diretta tv però, la sua corsa venne stoppata alle 22:59 dalla porta dell’ufficio tesseramento sbattuta in faccia facendo così saltare lo scambio con l’allora centrale granata Pepe. Da un ex a un ex: la Triestina continua ad affidarsi a vecchie conoscenze della Salernitana.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *