Nunzio Di Roberto Salernitana

Tanti dubbi per provare a riprendere una marcia che si è inesorabilmente fermata. La Salernitana dopo gli ultimi stop domani pomeriggio affronta all’Arechi la Pro Vercelli dell’ex Gianluca Grassadonia in quello che la classifica dice essere un autentico scontro salvezza. Una situazione inattesa per Stefano Colantuono, il tecnico giunto in granata per dare nuova linfa alle ambizioni playoff del club e che, invece, deve guardarsi alle spalle per evitare di esser risucchiato nelle sabbie mobili della zona retrocessione. Per la sfida ai bianchi, il trainer di Anzio non ha ancora chiarito la formazione. I dubbi maggiori riguardano l’attacco dove Simone Palombi, uno dei pochi acquisti del mercato di gennaio, può scivolare ancora in panchina a favore di Nunzio Di Roberto: l’ex Cittadella, pur senza far stropicciare gli occhi, nelle ultime settimane sta trovando il campo con discreta continuità, sfruttando le sue caratteristiche d’esterno puro e quindi più adatto al 3-4-3 di Colantuono rispetto al giovane compagno di scuola Lazio. Il ballottaggio si trascinerà fino alle ore che precederanno il match di domani: il reparto avanzato, poi, sarà completato da Sprocati, certezza e forse una delle poche luci in grado d’accendere la Salernitana, e dal redivivo Bocalon. Il fu “doge” d’Alessandria non va a segno da più di due mesi – ultimo gol nel pari interno con il Perugia che costò la panchina ad Alberto Bollini – e scenderà in campo da titolare per la prima volta nel 2018: toccherà a lui, adesso, scacciare il momento negativo e provare a trascinare la Salernitana in acque più sicure.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *