potenza-cavese

Riscatto Cavese. La squadra di Bitetto dopo la sconfitta casalinga contro l’Audace Cerignola di settimana scorsa ritrova il successo sul campo del San Severo. Gli aquilotti mettono subito le cose in chiaro e dopo nemmeno un giro di lancette passano in vantaggio con il gol di Carotenuto.L’1 a 0 persiste sino al 62esimo minuto nel quale arriva il raddoppio di Massimo. A questo l’unto arriva la timida reazione del San Severo che accorcia le distanze al minuto 81, il pareggio dura pochi istanti perché il rigore trasformato da De Rosa riporta i campani al doppio vantaggio. Nei minuti di recupero c’è gioia anche per Fella che chiude il match con la rete del 4 a 1. Successo di fondamentale importanza questo per la Cavese in ottica promozione considerato lo stop del Potenza fermato dal Cerignola sull’1 a 1. La distanza dalla capolista, infatti, ora è di 5 punti.

Ko interno, invece, per la Sarnese. Allo Squitieri è la Turris a far festa. Dopo un primo tempo senza reti in dieci minuti gli ospiti trovano prima la rete del vantaggio con Valentino e poi quella del raddoppio firmata Guastamacchia. Non basta il gol di Cacciottolo ai granata per acciuffare il pari e al triplice fischio si materializza la terza sconfitta consecutiva tra le mura amiche dopo quelle con Taranto e Cavese.

Al Gela è stato sufficiente un solo gol per battere a domicilio l’Ebolitana, quello siglato da Cosenza al 14esimo. I padroni di casa, però, ad inizio ripresa sprecato la ghiotta occasione di riequilibrare il match fallendo un rigore con Scalzone. Il quale ha rimediato anche un rosso pochi minuti dopo.

Decisamente più pesante la sconfitta rimediata dalla Gelbison sul campo dell’Ercolanese che dilaga 5 a 0. La prima frazione di gioco si chiude con un 2 a 0 firmato Fontana-Ausiello. Il ritorno dagli spogliatoi per i rossoblu è da incubo con i padroni di casa a segno altre tre volte con Rekik, El Ouazni e Tedesco. Certificando la vittoria e la giornata disastrosa della Gelbison.

Deve attendere l’ultimo istante di partita la Nocerina prima di far festa nella tana dell’Isola Capo Rizzuto. In vantaggio di un uomo per tutto il secondo tempo, i molossi trovano la rete decisiva al 94esimo con Alvino. Tre punti d’oro per i rossoneri che sfruttano lo scontro diretto tra Vibonese e Troina avvicinandosi alla vetta che ora dista solo tre lunghezze.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *