L’amarezza e anche un retroscena a tratti esilarante. Ha perso la testa nel finale di gara Lorenzo Insigne, capitano del Napoli nella trasferta europea di Lipsia. Ai microfoni di Sky, il fantasista azzurro ha raccontato il perchè di tanto nervosismo. “Il secondo allenatore del Lipsia mi provocava. Mi prendeva in giro mandandomi baci e facendomi l’occhiolino. Io gli ho detto: “hai vinto, ora basta”, però quando l’ho affrontato poi si è innervosito lui“. Infine la battuta: “Comunque non è il mio tipo“, per il sorriso dello studio Sky e del pubblico a casa.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *