kiyine salernitana

di STEFANO MASUCCI

Ascoli-Salernitana 1-3, ecco di seguito le pagelle granata:

Radunovic 6,5. Giornata di relativa tranquillità, non viene quasi mai chiamato in causa. Attento quando respinge in rapida successione i tentativi di Addae e Ganz.

Casasola 7. Attento in difesa, prova anche a sfondare sulla fascia, talvolta senza la precisione necessaria. Si infila sulla punizione di Kiyine e con la deviazione di piatto è abile a trovare il raddoppio granata. Al momento è l’unico rinforzo di gennaio a non aver deluso le aspettative.

Tuia 6,5. Gara all’insegna della serenità dopo la debacle contro lo Spezia. Guida la difesa senza patemi, quasi mai in affanno.

Schiavi 6,5. Mette la museruola a Monachello prima e Ganz poi. Gli unici rischi che corre sono quelli per eccesso di nervosismo, quando battibecca con gli avversari. Diffidato, ha seriamente rischiato di saltare il derby di domenica prossima.

Pucino 6,5. Ancora schierato a sinistra, ancora tra i migliori in campo. Molto propositivo in fase di possesso, (ha meriti sul primo gol degli ospiti), in difesa è fondamentale con almeno un paio di diagonali perfette. Esce acciaccato, la speranza è che possa recuperare per l’Avellino (17’st Popescu 6. Normale amministrazione, difende la zona di competenza).

Minala 6,5. Si sveglia dal torpore delle ultime settimane con una gara più solida. Si vede e si sente di più in mezzo al campo, serve a Bocalon l’assist al bacio per lo 0-3.

Signorelli 6. Prova a dettare i tempi, ma a volte preferisce cercare la verticalizzazione piuttosto che allargare il campo. Non brilla ma non demerita (32’st Zito sv).

Kiyine 7,5. Anche lui viene riproposto dove aveva deluso negli ultimi tempi, e invece sfodera una prestazione superlativa. Due assist d’oro per le reti di Bocalon e Casasola, sfiora anche la rete personale. Ispiratissimo.

Di Roberto 6. Nel primo tempo non ne indovina praticamente una a dispetto del grande impegno profuso. Molto meglio nella ripresa, quando avvia la rete del tris granata e poco dopo serve una palla d’oro a Bocalon che cestina da due passi.

Bocalon 7. Una doppietta che dà tanto morale, ne aveva bisogno la punta granata. Spreca almeno altre due palle gol nette, ma la vittoria è marchiata dalle sue reti: la prima in spaccata, la seconda da due passi. Iniezione di fiducia in vista del rush finale.

Sprocati 6. A tratti, si accende solo di rado, gli manca la continuità nell’arco del match. A volte prova ad accentrarsi come gli chiede Colantuono per toccare qualche pallone in più, non sempre appare convintissimo (38’st Odjer sv).

All. Colantuono 6,5. Vittoria pesantissima, frutto anche del suo coraggio. Conferma il 4-3-3 con Pucino a sinistra, dà fiducia a Kiyine da mezzala, e il campo gli dà ragione. Gara dominata in lungo e largo e vittoria fondamentale per il cammino salvezza. Emorragia interrotta.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *