di DARIO CIOFFI

Delirio granata. Nella bolgia dei 16mila dell’Arechi la Salernitana si prende anche il derby di ritorno, superando l’Avellino per 2-0. I gol di Kiyine e Sprocati decidono una partita che la squadra di Colantuono comanda dall’inizio alla fine, vincendo, convincendo e restituendo il sorriso ai suoi tifosi mentre dopo il novantesimo nel tunnel che conduce agli spogliatoi la tensione è altissima.

La Salernitana parte a marce alte. Ci prova subito con un destro da fuori di Bocalon (3’), deviato in corner dal portiere biancoverde e al secondo tentativo già colpisce. È il 9’ quando Kiyine osa il destro da lontanissimo e la deviazione di Laverone è fatale per Lezzerini. L’Arechi, che si ferma con un rispettoso applauso al 13’ nel ricordo di Davide AstoriOvunque tu sarai… I veri campioni non muoiono mai. D.A. 13», lo striscione della Curva Sud), esplode di nuovo al 18’: Bocalon riconquista palla, Minala trova l’imbucata e Sprocati in diagonale fa 2-0. Novellino cerca nuove soluzioni inserendo Asencio (38’) per Bidaoui ma l’unico vero acuto degli irpini prima dell’intervallo arriva su un colpo di testa di Ardemagni (44’), parato da Radunovic.

A inizio ripresa Colantuono richiama Ricci per Signorelli e poco dopo inserirà Zito al posto di Sprocati. Proprio Zito, determinatissimo, a metà ripresa fa e disfa tutto da solo quando si procura un rigore e pretende di calciarlo (25’), facendosi parare il mancino da Lazzerini e mandando su tutte le furie il tecnico. Dettagli. L’Avellino chiude in nove per le espulsioni di Molina e Asencio, Kiyine sfiora il tris ma la festa dell’Arechi è già cominciata. Il derby è ancora granata mentre al triplice fischio a pochi metri dall’ingresso degli spogliatoi volano insulti, spintoni e “promesse”.

 

SALERNITANA (4-3-3): Radunovic; Casasola, Tuia, Schiavi (33’ st Mantovani), Pucino; Minala, Ricci (5’ st Signorelli), Kiyine; Di Roberto, Bocalon, Sprocati (16′ st Zito).

In panchina: Adamonis, Vitale, Rosina, Della Rocca, Palombi, Odjer, Asmah, Monaco, Popescu. Allenatore: Colantuono.

AVELLINO (4-4-1-1): Lezzerini; Laverone, Morero, Kresic, Ngawa; Molina, De Risio (19’ st Wilmots), Di Tacchio, Bidaoui (38’ pt Asencio); Gavazzi; Ardemagni.

In panchina: Casadei, Pecorini, Marchizza, Migliorini, Castaldo, Falasco, Evangelista, Mentana, Rizzato. Allenatore: Novellino.

ARBITRO: Aureliano di Bologna (assistenti Galetto e Caliari; quarto uomo Carella).

RETI: 9’ pt Kiyine (S), 18’ pt Sprocati (S).

NOTE. Spettatori 15967 di cui 2mila ospiti e 3381 abbonati. Espulsi Molina (A) al 42’ st e Asencio (A) al 49’ st. Ammoniti: Di Tacchio (A), Schiavi (S), Wilmots (A). Angoli: 3-5. Recupero: 2’ pt, 5’ st.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *