di SABATO ROMEO

Tredici anni dopo sarà ancora Nazionale. E niente importa se sarà soltanto quella dell’Under 21. Perchè venerdì sera la Salernitana avrà di nuovo un suo calciatore con quella tanto agognata maglia azzurra. Un onore che toccherà a Simone Palombi, giovane dal futuro assicurato ma che in questa prima parte d’avventura ancora non ha illuminato l’Arechi. E la mente ritorna di colpo a tredici anni fa, a quel febbraio del 2005 quando fu Raffaele Palladino a scendere in campo in un match vinto dagli azzurrini per 2-1.

I nomi

E pensare che durante l’era Salernitana Sport la convocazione in Under 21 era un dolce ritornello da fronteggiare. Da Salvatore Fresi a Gennaro Gattuso, passando per Ighli Vannucchi (recordman con 17 presenze) e Marco Rossi, campione d’Europa nella strepitosa marcia in Slovacchia del 2000 targata Tardelli. Stesso tecnico anche per il trio Campedelli-Olivi-Corrent nel biennio 2000-2001 mentre fu Claudio Gentile a far debuttare nel 2002 Roberto Cardinale. Senza dimenticare Giampaolo Parisi. Nel 2005 invece fu Raffaele Palladino a riportare in alto il nome della Salernitana, colorando per l’ultima volta di granata l’azzurro della Nazionale. Tredici anni dopo toccherà a Simone Palombi ritornare a far sognare i tifosi della Salernitana, con la speranza di diventare apripista di un nuovo corso e non essere il punto d’arrivo.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *