tullio de piscopo

di FABIO ALTOBELLO

Salerno ricorda Pino Daniele. Ieri sera al teatro Augusteo è andato in scena “Buon compleanno Pino”, l’evento organizzato dall’associazione Focus, dall’Istituto Superiore Alfano I di Salerno e dal Comune di Salerno, rappresentato dal sindaco Vincenzo Napoli che ha preso parte alla serata.

L’iniziativa è stata anticipata da una Masterclass tenuta dal maestro Tullio de Piscopo. In un ricreato salottino stile Costanzo Show, il percussionista napoletano si è confrontato con i ragazzi dei diversi istituti superiori della provincia di Salerno. Tullio de Piscopo ha parlato ai ragazzi come loro figli e nipoti, non trascurando il dialetto e accentuandone l’importanza, tenendo la musica di Pino Daniele come argomento di discussione. Aneddoti di vita passata emozionano i ragazzi: dall’incontro con Astor Piazzolla, al primo concerto con Pino.

Alcune domande dei ragazzi hanno aperti il cuore di De Piscopo. «Come si è avvicinato allo studio delle percussioni?». «Ho respirato musica sin dall’inizio, emulavo mio fratello Romeo, scomparso poi troppo presto, ho impugnato prima le bacchette che le posate. Promisi allora a me stesso, che avrei continuato questo percorso per mio fratello, e ancora oggi mi piace pensare che ogni volta che mi esibisco, è lui a suonare, e non io», ha risposto De Piscopo chiudendo la MasterClass. L’evento è proseguito sulle note di “Napule è“: le orchestre dei vari istituti a indirizzo musicale hanno preparato diverse cover e ri-arrangiamenti dei più noti successi di Pino Daniele. Una serata in continua ascesa verso le più conosciute e amate canzoni del cantante hanno fatto strada all’attesissimo Tullio, stavolta al suo posto, dietro la batteria.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *