Nove punti in nove gare. Uno a partita per poter tagliare quello che ormai resta l’unico traguardo stagionale. I sogni playoff della Salernitana sembrano ormai esser sfumati dopo la sconfitta di giovedì al Castellani contro la capolista Empoli. Nessuna sorpresa, dunque, nell’uovo di Pasqua dei tifosi granata che – dopo il filotto di risultati utili e i 10 punti conquistati in 4 match – speravano di poter ottenere ancora un piazzamento fra le prime otto del campionato di serie B. Alla vigilia dei recuperi, l’impresa sembra impossibile: ora, infatti, sono 8 i punti di distacco dall’ultima posizione valida per gli spareggi ma, con ogni probabilità domani sera al fischio finale di Parma-Palermo, ultimo dei quattro incontri in programma nel giorno di Pasquetta, saranno ancora di più. Insomma, come nel passato campionato, la Salernitana si appresta a vivere un finale di stagione senza particolari ansie. Ma anche senza stimoli: la pratica salvezza è praticamente archiviata, per chiudere a quota 50 basterà davvero poco. La società, quindi, avrà tutto il tempo per ragionare e riflettere sul futuro. E anche Stefano Colantuono: il trainer di Anzio potrà sfruttare questo finale di campionato per provare a fondo tutti gli elementi della sua rosa e capire su chi e come puntare nella prossima stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *