Inopportuno show di Matteo Ardemagni contro i suoi stessi tifosi. Prima li “zittisce”, poi, al momento della sostituzione, mima il gesto delle “corna” alla tribuna che lo fischia. È accaduto oggi in Avellino-Bari 1-2. L’attaccante dei biancoverdi aveva già reagito “invitando” il pubblico del Partenio Lombardi al silenzio, dopo i primi mugugni. Quindi, al momento della sostituzione con Castaldo, Ardemagni ha reagito ai fischi alzando due dita della mano destra: mignolo e indice, rivolgendosi così al pubblico, infuriato prima con lui e poi con tutta la squadra per l’ennesima sconfitta.

Il Bari, infatti, ha vinto per 2-1 in extremis. Biancoverdi di Novellino in vantaggio nel primo tempo grazie a un gran gol di Vajushi, poco dopo la mezzora. Pareggio dei biancorossi con un colpo di testa di Nenè al 19’ della ripresa. In pieno recupero è Cissè, appena entrato, a regalare la rete del colpaccio ai pugliesi di Grosso che volano al quarto posto in classifica (con 53 punti) e sabato, al San Nicola affronteranno la Salernitana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *